Sostegni per imprese esportatrici in Ucraina, Federazione Russa o Bielorussia
Dal 12 luglio 2022

Sostegno alle imprese italiane esportatrici in Ucraina, Federazione Russa e Bielorussia

SIMEST ha stanziato nuovi fondi per finanziamenti agevolati per imprese italiane esportatrici colpite dalla crisi in Ucraina.

Beneficiari
PMI e Mid Cap italiane che:

  • Abbiano depositato almeno tre bilanci relativi ai tre esercizi precedenti
  • Abbiano realizzato un fatturato export medio nel trienni 2019/21 derivante da esportazioni dirette verso Ucraina, Federazione Russa e/o Bielorussia pari ad almeno il 20% del fatturato totale del triennio
  • Abbiano riscontrato un calo di fatturato estero verso questi tre paesi per l’esercizio 2022 pari almeno al 20% del fatturato medio estero realizzato nel triennio precedente e dichiarato.

Ammontare dell’agevolazione
L’importo massimo finanziabile è pari a 1.5M in funzione della classe di scoring e comunque non superiore al 25% dei ricavi medi risultati dagli ultimi due bilanci approvati e depositati dall’impresa. L’agevolazione prevede: un contributo a fondo perduto fino al 40% e fino ad un massimo di 400.000 euro (in regime Temporary Crisis Framework); un finanziamento agevolato a tasso zero in 6 anni, di cui 2 di pre-ammortamento (in De Minimis).

Modalità di presentazione della domanda
A partire dalle 9.00 del 12 luglio sarà possibile presentare le domande di agevolazione sul portale SIMEST, tramite il meccanismo di prenotazione di una posizione in coda virtuale.
Le domande saranno finanziate man mano che sono ricevute le richieste, fino all’esaurimento dei fondi disponibili e non oltre il 31/10/22.

Siamo a disposizione per supportarvi nella valutazione dell’opportunità e nella predisposizione della domanda. Per informazioni: info@scuadra.it oppure 0423.496.792.