Investimenti agevolati per imprese al femminile o per giovani under 35
Dal 19 maggio è attivo il Bando Invitalia rivolto alle donne e ai giovani sotto i 35 anni

On: Imprese a tasso zero per aziende al femminile e per giovani under 35

Dal 19 maggio è possibile presentare la domanda per ON – IMPRESE A TASSO ZERO: una misura dedicata alle imprese composte in prevalenza da giovani tra i 18 e i 35 anni o da donne di tutte le età, su tutto il territorio nazionale.

I destinatari

Le aziende che possono beneficiare di questo bando sono PMI costituite da non più di 60 mesi e in forma di societaria. Inoltre, devono avere la compagine societaria composta, per oltre la metà numerica dei soci e di quote di partecipazione, da soggetti di età compresa tra i 18 e i 35 anni oppure da donne.

L’agevolazione

La tipologia e l’ammontare dell’agevolazione cambia in base a quando sono state costituite le aziende, se da più o da meno di 36 mesi.

Per le aziende costituite da meno di 36 mesi
L’agevolazione comprende un finanziamento a tasso zero per investimenti fino a 1,5 milioni di euro, di durata massima di 10 anni e di importo non superiore al 90% della spesa ammissibile.

Il contributo a fondo perduto è concesso nel limite del 20% delle spese ammesse che in sintesi sono:

  • opere murarie e assimilate (con limite del 30%)
  • macchinari, impianti e attrezzature varie;
  • programmi informatici;
  • acquisto di brevetti o acquisizione licenze d’uso
  • consulenze specialistiche (limite del 5%)
  • oneri notarili

Per le aziende costituite da più di 36 mesi
L’agevolazione comprende un finanziamento a tasso zero per investimenti fino a 3 milioni di euro, di durata massima di 10 anni e di importo non superiore al 90% della spesa ammissibile.
Una parte del finanziamento può essere concessa fondo perduto fino ad un massimo del 15% delle sole immobilizzazioni materiali e immateriali sostenute dall’azienda successivamente alla data di presentazione della domanda.

Le spese, in sintesi, riguardano:

  • L’acquisto dell’immobile sede dell’attività (agevolabile limitatamente alle imprese del settore turistico e nel limite del 40% dell’investimento complessivo ammissibile)
  • opere murarie e assimilate (limite del 30%)
  • macchinari, impianti ed attrezzature nuove di fabbrica
  • programmi informatici, brevetti, licenze e marchi commisurati alle esigenze produttive e gestionali dell’impresa