Bando della Regione Veneto “Bonus Occupazionali”
Data scadenza adesioni: 31/10/2020

Il provvedimento intitolato “Bonus Occupazionali” è in incentivo per favorire l’occupazione dei giovani e la stabilizzazione dei dipendenti delle imprese colpite dalla pandemia di COVID-19 nella Regione del Veneto.

Soggetti ammissibili

  • le imprese private di micro, piccola o media dimensione (indicativamente da 1 dipendente a 249);
  • i lavoratori autonomi,
  • in regola con l’applicazione del CCNL, con il versamento dei contributi, con la sicurezza,
  • con almeno una unità produttiva in Veneto,
  • che nel periodo compreso tra il 01/02/2020 ed il 31/10/2020 hanno stipulato rapporti di lavoro per l’assunzione, o che nel medesimo periodo hanno provveduto alla trasformazione contrattuale, a tempo indeterminato full time;
  • giovani di età compresa tra i 18 e i 35 anni.

Caratteristiche del contributo
Il contributo si distingue  se i giovani sono maschi o femmine:

  • assunzioni o trasformazioni di rapporti di lavoro a tempo pieno e indeterminato (5.000 euro Maschi – 6.000 euro Femmine)
  • assunzioni a tempo pieno e determinato di almeno 12 mesi (3.000 euro Maschi – 4.000 euro Femmine

Il Bonus sarà riconosciuto a condizione che la nuova assunzione o la trasformazione contrattuale rappresenti un incremento occupazionale netto della forza lavoro mediamente occupata calcolato in ULA (Unità Lavorative Annue).

L’erogazione del Bonus avverrà in un’unica soluzione.

>>Il soggetto richiedente potrà presentare una sola domanda di Bonus occupazionale il cui contributo complessivo richiesto non potrà essere superiore a euro 30.000,00.

Tempi e modalità di presentazione della domanda

Le imprese potranno presentare la domanda entro i termini previsti dalle tre aperture a sportello:

  • dal 28 luglio al 27 agosto 2020
  • dal 1° al 30 settembre 2020
  • dal 1° al 31 ottobre 2020

Le domande saranno presentate sull’applicativo Cloud attivo dalle ore 10:00 della data di apertura di ciascuno sportello alle ore 13:00 della data di chiusura.

Si precisa che le domande di contributo possono essere presentate solamente dal legale rappresentante dell’impresa richiedente, il quale dovrà identificarsi tramite la propria identità digitale SPID.

>> Precisiamo inoltre che non si tratta di un click day e che l’ordine cronologico di presentazione della domanda all’interno di ciascuno sportello non incide sulla formazione della graduatoria.