Nuovo bando della Regione Veneto: fondo perduto del 30% per le PMI
Spese ammissibili a partire dal 01/11/2021. La domanda deve essere inviata entro le ore 12.00 del 09/02/2022

Regione Veneto: nuovo contributo a fondo perduto per le PMI a sostegno degli investimenti, digitalizzazione e modelli di economia circolare

La Regione Veneto con la DGR 1510 ha stanziato una dotazione iniziale di euro pari a 33.500.000,00 a favore delle Micro, Piccole e Medie imprese, del settore manifatturiero e dei servizi alle imprese, che effettuano investimenti in innovazioni tecnologiche, digitalizzazione e dei modelli di economia circolare.

Beneficiari

  • Micro, Piccole e Medie imprese dei settori manifatturiero e dei servizi alle imprese (il bando riporta determinati codici ateco, per cui se siete interessati alla misura vi chiediamo gentilmente di fornirci una visura aggiornata).
  • Gli interventi devono essere realizzati nel territorio della Regione Veneto
  • Il progetto ammesso all’agevolazione deve essere concluso ed operativo entro il termine perentorio del 14/02/2024

Agevolazione

Contributo a fondo perduto pari al 30% delle spese ammissibili (sostenute e pagate tra 01/11/2021 al 14/02/2024):

  1. limite minimo di euro 24.000,00 corrispondente a spese ammissibili e ammesse pari a 80.000,00 euro
  2. limite massimo di euro 150.000,00 corrispondente a spese ammissibili e ammesse pari a 500.000,00

Le domanda può essere presentata a partire dalle ore 10 del 25/11/2021 fino alle ore 12 del 09/02/2022, le agevolazioni sono concesse sulla base di una procedura valutativa, la graduatoria verrà stabilita dopo la chiusura dello sportello (entro 120 giorni).

Spese ammissibili

Sono ammissibili le spese relative all’acquisto, o all’acquisizione nel caso di operazioni di leasing finanziario, di beni tangibili e intangibili e per il sostegno all’accompagnamento dei processi di riorganizzazione e ristrutturazione aziendale, all’introduzione di innovazioni tecnologiche di prodotto e di processo, all’ammodernamento di macchinari e impianti, nonché alla riconversione dell’attività produttiva verso un modello di economia circolare e sviluppo sostenibile e di promozione della digitalizzazione.

In sintesi le spese ammesse sono:

  1. macchinari, impianti produttivi, attrezzature tecnologiche e strumenti tecnologici innovativi in grado di aumentare il tempo di vita dei prodotti e di efficientare il ciclo produttivo (sono comprese le spese di trasporto e installazione). Sono compresi in questa voce tutti gli interventi funzionali a processi di Transizione 4.0. Rientrano in questa categoria di spesa anche interventi di efficientamento energetico e autoveicoli (euro 6) e per uso speciale e mezzi d’opera.
  2. Programmi informatici e tecnologie per l’ingegnerizzazione di software/hardware e prodotti (brevetti e know how)
  3. Premi versati per le garanzie fornite da una banca, società di assicurazione o altri istituti finanziari purchè relative alla fideiussione.
  4. Spese rilascio da parte di organismi accreditati per le certificazioni
      1. UNI EN ISO 14001:2015
      2. UNI CEI EN ISO 50001:2018,
      3. REAL MADE IN ITALY
      4. PLASTICA SECONDA VITA
      5. FSC CATENA DI CUSTODIA
      6. GREENGUARD
      7. EMAS

Vi ricordiamo che siamo a disposizione per supportarvi nella valutazione dell’opportunità e nella predisposizione della domanda, scriveteci pure a info@scuadra.it oppure chiamate allo 0423/496792.