Scuadra supporta il cambio di prospettiva, l'evoluzione del posizionamento e l’approccio diversificato come generatori di innovazione.


I sei strumenti per individuare i problemi su cui lavorare


Pubblicato il 17.07.19 da Scuadra

Nella filosofia Lean ogni problema è una opportunità di miglioramento.

Solo focalizzando i problemi della situazione attuale e lavorandoci con metodo possiamo cominciare/continuare il viaggio del miglioramento continuo.

Ma come si fa per individuare le situazioni concrete su cui lavorare?

Io vi propongo di utilizzare questi sei strumenti:

1) Qual è lo scopo? Chi è il mio Cliente?
Queste semplici domande possono aiutarci a definire meglio l’obiettivo di quello che stiamo facendo e descrivere l’output che ci aspettiamo dall’attività.
Ad esempio, la domanda “cosa ci aspettiamo di ottenere da questa riunione?” può aiutarci ad utilizzare il tempo del meeting in modo più produttivo.

2) Check list otto sprechi
L’elenco degli otto muda (difetti, sovraproduzione, attese, trasporti, movimenti non necessari, inventario, processi non adeguati e non utilizzo della creatività) può essere un utile schema per scoprire gli sprechi presenti nei nostri processi.

3) Gestione del posto di lavoro con le 5S
Come è organizzato il posto di lavoro? È funzionale allo svolgimento dell’attività? Abbiamo a portata di mano quello che ci serve? Sprechiamo tempo a cercare materiali o attrezzatura necessari? Passiamo molto tempo camminando?

4) Separazione Uomo/Macchina
Soprattutto negli ambienti capital intensive capita di vedere le persone che osservano gli impianti lavorare. Nella filosofia Lean le persone non devono mai “aspettare” le macchine, meglio piuttosto il contrario.

5) Riduzione del Lead Time
Il Lead Time è l’intervallo di tempo necessario per rispondere alla richiesta di un Cliente. Quando il tempo di risposta si allunga aumentano gli sprechi.
Lavorare per comprimere il Lead Time significa migliorare. 
Limitare il WIP (Work In Process o lavoro in corso) è una strategia per ridurre il Lead Time.

6) Tabellone dei risultati
Quanto abbiamo prodotto oggi? Quali problemi di qualità ci sono stati? Abbiamo rispettato il programma di produzione? Cosa ci aspettavamo succedesse? Cosa è realmente successo? Qual è il gap? Sforzarsi di pianificare l’attività, rilevare la produzione, segnalare eventuali problemi (fermi macchina, difetti, scarti,…) è un modo per evidenziare ciò che non funziona ancora al meglio e su cui dobbiamo lavorare.

E voi cosa ne pensate? Quale di questi strumenti usate? Avete qualche altro metodo per identificare gli sprechi?

 

articolo di Carlo Ghedin


Tags: LEAN, Lean Thinking, Formazione

Condividi tramite:


Lascia un commento


Per lasciare un commento devi essere collegato con il tuo profilo.


Commenti

Al momento non è presente alcun commento.


Copyright © 2019 - Rete Scuadra
Privacy Policy
Credits