Scuadra supporta il cambio di prospettiva, l'evoluzione del posizionamento e l’approccio diversificato come generatori di innovazione.


Bando Regione Veneto: contributi alle imprese del settore manifatturiero e dell'artigianato di servizi


Pubblicato il 10.06.19 da Scuadra

La Regione Veneto attraverso la DGR n.ro 769 del 4 giugno 2019 intende valorizzare i settori della produzione del sistema manifatturiero e dell'artigianato di servizi veneti, mettendo a disposizione per le PMI venete 16 milioni di euro, attraverso due sportelli:

- “Industria 4.0” – Interventi che prevedono spese ammissibili per l’acquisto di macchinari, impianti produttivi, hardware e attrezzature tecnologiche per la fabbricazione digitale rispondenti al modello c.d. “Industria 4.0”: euro 8.000.000,00;
- Interventi che non prevedono spese ammissibili per l’acquisto di macchinari, impianti produttivi, hardware e attrezzature tecnologiche per la fabbricazione digitale rispondenti al modello c.d. “Industria 4.0”: euro 8.000.000,00.

Di seguito i dettagli.

 

SOGGETTI AMMISSIBILI

Micro, piccole e medie imprese (PMI) dei settori manifatturiero e dell'artigianato di servizi, loro consorzi e cooperative ed oltre ad una serie di caratteristiche, la pmi richiedente deve esercitare un'attività economica classificata con codice ISTAT ATECO primario e/o secondario nei settori selezionati per il bando. Per valutazioni in merito scrivere a info@scuadra.it.

 

TIPOLOGIA DI INTERVENTI AMMISSIBILI

Sono ammissibili i progetti volti a introdurre innovazioni tecnologiche di prodotto e di processo, ad ammodernare i macchinari e gli impianti e ad accompagnare i processi di riorganizzzazione e ristrutturazione aziendale anche attraverso lo sviluppo di business digitali. 

Il progetto ammesso deve concludersi perentoriamente entro il maggio 4 maggio 2021. 

 

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammesse le spese relative all’acquisto, o all’acquisizione nel caso di operazioni di leasing finanziario, di beni tangibili, di beni intangibili e per il sostegno all’accompagnamento dei processi di riorganizzazione e ristrutturazione aziendale rientranti nelle seguenti voci:

a) macchinari, impianti produttivi, hardware e attrezzature tecnologiche per la fabbricazione digitale nuovi di fabbrica3 funzionali alla realizzazione del progetto proposto.

b) programmi informatici commisurati alle esigenze produttive e gestionali dell'impresa, brevetti e know-how concernenti nuove tecnologie di prodotti, processi produttivi e servizi forniti, funzionali alla realizzazione del progetto proposto.
Il complesso di tali spese è ammesso nel limite massimo del 50% delle spese di cui alla lettera a) ed entro il limite massimo di euro 100.000,00 (centomila/00).

c) consulenze specialistiche (logistica, marketing, contrattualistiche ecc.; percorsi di eco-innovazione e eco-design; consulenza tecnologica, manageriale e strategica mirata a progetti unitari di sviluppo aziendale.

Le spese per consulenze specialistiche sono ammesse nel limite massimo del 20% delle spese di cui alla lettera a); è ammissibile una sola consulenza per tipologia e la relativa spesa è ammessa entro il limite massimo di euro 5.000,00 (cinquemila/00).

d) spese per il rilascio, da parte di organismi accreditati da Accredia o da corrispondenti soggetti esteri per la specifica norma da certificare, delle certificazioni di sistemi di gestione e processi di valutazione (life-cycle-assessment) in conformità alle norme UNI EN ISO 14001:2004 e/o del Sistema di Gestione Ambientale secondo il Regolamento EMAS III, UNI ISO 14040:2006 e UNI ISO 14044:2006.

e) premi versati per garanzie fornite da una banca, da una società di assicurazione o da altri istituti finanziari, purché relative alla fideiussione di cui all’articolo 14, paragrafo 14.3 del presente Bando. Il complesso di tali spese è ammesso nel limite massimo del 10% delle spese di cui alla lettera a).

 

TIPOLOGIA DI CONTRIBUTO

Contributo a fondo perduto pari al 30% della spesa rendicontata ammissibile con i seguenti limiti:

- limite minimo di euro 18.000,00 (diciottomila/00) corrispondenti a una spesa rendicontata e ammessa a contributo pari a euro 60.000,00;

- limite massimo di euro 150.000,00 (centocinquantamila/00) corrispondenti a una spesa rendicontata e ammessa a contributo pari o superiore a euro 500.000,00.

 

TERMINI E MODALITA' DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

La domanda deve essere presentata esclusivamente tramite via telematica (SIU) con date diverse per il tipo di sportello:

Sportello A “Industria 4.0” – Interventi che prevedono spese ammissibili per l’acquisto di macchinari, impianti produttivi, hardware e attrezzature tecnologiche per la fabbricazione digitale rispondenti al modello c.d. “Industria 4.0”. Dalle ore 10 del 9/7/19 fino alle ore 17 del 16/7/19

Sportello B – Interventi che non prevedono spese ammissibili per l’acquisto di macchinari, impianti produttivi, hardware e attrezzature tecnologiche per la fabbricazione digitale rispondenti al modello c.d. “Industria 4.0”. Dalle ore 10 del 18/7/19 fino alle ore 17 del 25/7/19

 

Per informazioni specifiche e valutazione della fattibilità scrivi a info@scuadra.it

 


Tags: Contributi, Innovazione

Condividi tramite:


Lascia un commento


Per lasciare un commento devi essere collegato con il tuo profilo.


Commenti

Al momento non è presente alcun commento.


Copyright © 2019 - Rete Scuadra
Privacy Policy
Credits