Scuadra supporta il cambio di prospettiva, l'evoluzione del posizionamento e l’approccio diversificato come generatori di innovazione.


Bando efficientamento energetico delle PMI Regione Veneto


Pubblicato il 22.06.17 da Scuadra

La Regione Veneto ha pubblicato il Bando che prevede l’erogazione di contributi a fondo perduto per la Diagnosi Energetica, l’efficientamento energetico e l’installazione di impianti a fonti rinnovabili per le PMI con sede operativa in Veneto.

SOGGETTI BENEFICIARI

PMI regolarmente iscritte come “Attive” al Registro delle Imprese e, nel caso di imprese artigiane, all’A.I.A da più di 12 mesi; esercitanti un’attività economica classificata con codice ISTAT ATECO 2007 primario e/o secondario nei settori indicati nell’Allegato B del bando. 

SCADENZE

La domanda può essere presentata dalle ore 10.00 del 15 giugno fino alle ore 18.00 del 31 luglio 2017.
La graduatoria provvisoria delle domande è formata sulla base dell’economicità della proposta progettuale, data dal rapporto tra risparmio energetico conseguibile e costo del progetto.

INTERVENTI AMMESSI

Progetti finalizzati al contenimento della spesa energetica, alla riduzione delle emissioni di gas climalteranti e alla valorizzazione delle fonti rinnovabili.

I progetti ammessi devono essere articolati nelle seguenti fasi:
FASE 1: Diagnosi Energetica ai sensi dell’Allegato 2 del D.Lgs 102/2014 (in possesso alla data di presentazione della domanda di contributo). Valgono le sole DE realizzate post 19/07/2016.
FASE 2: progetti finalizzati all’aumento dell’efficienza energetica e riduzione delle emissioni di gas climalteranti (sostituzione motori, installazione di sistemi per la gestione e il monitoraggio dei consumi energetici, interventi diretti all'efficientamento energetico negli edifici ecc.), e progetti per la produzione di energia in autoconsumo da fonti rinnovabili.
FASE 3: valutazione post intervento (seconda DE o relazione tecnica che attesti il risparmio)

Il progetto è ammesso se comporta un risparmio pari o superiore al 9% del fabbisogno di energia ante intervento.

Non sono ammessi progetti con spesa complessiva inferiore a 100.000 euro. Una impresa può presentare una sola domanda, questa può  valere su più sedi.

TIPOLOGIA DI INTERVENTI

  • Fornitura, installazione e adeguamento di impianti produttivi e macchinari ad elevata efficienza energetica.
  • Fornitura e installazione hardware e software per il funzionamento degli impianti di cui sopra.
  • Opere edili e impiantistiche strettamente necessarie e connesse al progetto.
  • Spese di progettazione, direzione lavori e collaudo.
  • Spese tecniche per le diagnosi energetiche ante e post intervento.
  • Spese per il rilascio di certificazioni di gestione ambientale o energetica.
  • Spese per le garanzie fornite da un istituto finanziario relative alla fideiussione.

CONTRIBUTO

Contributo a fondo perduto del 30% della spesa rendicontata ammissibile.

 - contributo massimo di euro 150.000 per una spesa rendicontata e ammessa pari o superiore a euro 500.000;
 - contributo minimo di euro 30.000 per una spesa rendicontata e ammessa pari a euro 100.000.

Le agevolazioni sono concesse ai sensi e nei limiti del Regolamento “DE MINIMIS” n. 1407/2013 della Commissione del 18 dicembre 2013.PRE

PREMIALITA'

Punteggio maggior per le aziende che sono certificate EMAS, ISO 50001, ISO 14001 e per progetti che prevedono la realizzazione di impianti da fonte rinnovabile che non prevede l'uso di suolo.

Per ulteriori informazioni scrivere a info@scuadra.it

 


Tags: Efficienza, Contributi, Finanziamenti

Condividi tramite:


Lascia un commento


Per lasciare un commento devi essere collegato con il tuo profilo.


Commenti

Al momento non è presente alcun commento.